Mathilde GROS
Malena NOWOTARSKA
Laurent JALABERT
André GREIPEL
Mathilde GROS
Malena NOWOTARSKA
Laurent JALABERT
André GREIPEL

“LA LEGGEREZZA E’ UNA ARMA PERFETTA PER L’ATTACCO“

I sensori di potenza sono divenuti lo strumento di riferimento nell’ambiente dei professionisti. È da anni ormai che vengono usati in modo generalizzato. Ovviamente all’inizio molti ciclisti erano scettici, ma poi si sono accorti degli enormi vantaggi che presentavano. Per quanto mi riguarda, ne uso uno da anni e sono sempre rimasto fedele a SRM.

Quando mi è stato presentato il progetto che combinava un sensore SRM ad un pedale LOOK, mi sono incuriosito. Devo dire che il risultato è all’altezza delle aspettative. È un alleato ideale. Ritrovo la precisione dei sensori SRM nella rilevazione e nella trasmissione dei dati ed il trasferimento della potenza dei pedali Look, ottimale durante gli sprint.

André GREIPEL / Ciclista professionista LOTTO SOUDAL

“MI AIUTA A TENERE SOTTO CONTROLLO IL MIO STATO DI FORMA“

La preparazione di un triathlon e specialmente di un Ironman è un esercizio di precisione. L’aumento della potenza avviene progressivamente e deve essere gestito in modo metodico, per essere pronto il giorno preciso. Nonostante gli anni di esperienza e la conoscenza perfetta del mio corpo, per me è importante contare su dati precisi ed affidabili che mi permettano di gestire gli allenamenti nei mesi precedenti alla sfida. Posso seguire l’evoluzione della mia forma fisica, del mio stato di affaticamento ed adattare gli allenamenti di conseguenza.

Durante la competizione riesco a gestire al meglio il mio sforzo grazie al sensore di potenza che mi permette di evitare gli eccessi nei momenti di euforia (cosa che succede può accadere durante i 180 km) e di uniformare lo sforzo. Ciò mi permette di arrivare più fresco alla frazione di corsa a piedi, se così si può dire, perché dopo 180 km di bicicletta non è facile.

Viaggio tutto l’anno per commentare le gare ciclistiche per la televisione francese ed è vero che la semplicità d’uso e la possibilità di trasferirli da una bici all’altra con la massima facilità rendono EXAKT dei compagni di allenamento ideali. Ritrovo le prestazioni di un pedale LOOK e l precisione di SRM in un unico prodotto.

Laurent JALABERT / Consulente TV

“UNO STRUMENTO EFFICACE PER AIUTARMI A OTTENERE IL MEGLIO DA ME STESSA“

Quando ho iniziato a condividere la mia passione per il ciclismo sui social media non avrei mai immaginato quanto sarebbe diventato importante nella mia vita. Il ciclismo è uno dei motivi per cui mi sveglio ogni mattina con un sorriso e adoro assolutamente condividere questa emozione.

Le Granfondo sono l’occasione perfetta per spingere oltre i miei limiti e ottenere il massimo da me stessa. Tuttavia non è mai facile stimare la difficoltà di un percorso e risparmiare abbastanza energia per gli ultimi chilometri. Essere in grado di gestire la gara con un powermeter integrato nei pedali è geniale!

Sicuramente mi salva dall’essere stata troppo aggressiva all’inizio e dall’aver bruciato tutte le mie opportunità!

Viaggio regolarmente solo perché amo scoprire nuovi posti e condividere le mie esperienze sui social media. Il bello dei pedali EXAKT è che sono estremamente facili da usare e installare. Anche se non sono una professionista posso scambiarli da una bici all’altra velocemente e senza difficoltà.

Malena NOWOTARSKA / Blogger

La velocità è la disciplina che richiede la potenza maggiore su pista. È verissimo. Durante lo scatto devo essere particolarmente grintosa per un tempo molto breve, per cui sono i dettagli minori a fare la differenza rispetto ai miei avversari… basta qualche watt in più!

Per sviluppare queste caratteristiche mi alleno moltissimo in palestra. “Fare pesi” per aumentare la mia potenza massima è un lavoro faticoso. Poi, durante le sessioni di sprint su pista, uso il sensore EXAKT per consolidare l’esercizio effettuato in palestra. Vedere e seguire l’evoluzione delle mie performance mi permette di rimanere sempre motivata e concentrata sui miei obiettivi.

Il sensore di potenza EXAKT è un aiuto prezioso nella scelta dei rapporti da usare in gara. Ovviamente mi permette di conoscere meglio la mia forma fisica e ma mi aiuta anche a conoscere i comportamenti delle diverse piste. Il rendimento può variare moltissimo in base ai materiali, al tasso idrometrico ed alla pressione atmosferica. Il legno ad esempio cambia moltissimo. D’estate è più asciutto e ha un rendimento maggiore pertanto anche lo sviluppo metrico sarà maggiore. Controllo sempre i rapporti prima delle gare assieme i miei allenatori, confrontandoli con i dati di potenza raccolti.

Mathilde GROS / Ciclista professionista – Pista